Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
17/01/2007
Confartigianato e Bcc promuovono l’ingresso delle donne alla guida delle Pmi
Rinnovato l'accordo 'Donna Impresa'
UDINE Sarà più semplice l'attività di impresa per le donne artigiane e imprenditrici associate a Confartigianato. È stato, infatti, rinnovato l’accordo ”Donne Impresa” fra Confartigianato Udine e le Banche di Credito cooperativo del Fvg con la collaborazione di Congafi Artigianato. In base all’accordo le Bcc metteranno a disposizione dell’imprenditoria femminile 5 milioni di euro di finanziamenti a condizioni vantaggiose. L'accordo prevede, inoltre, che in caso di imprese individuali gestite da donne e qualora queste siano nell’impossibilità di proseguire l’attività imprenditoriale per maternità o per problemi di salute propri o dei familiari più prossimi, possano per 6 mesi, senza alcuna maggiorazione, sospendere il pagamento delle rate dei finanziamenti contratti. L’accordo ”Donne Impresa” – spiegano Edgarda Fiorini, presidente Donne Impresa di Confartigianato e Carlo Faleschini, presidente di Confartigianato Udine – è nato con l’obiettivo di agevolare l’accesso al credito per le imprese a conduzione o a prevalente partecipazione femminile. «Siamo molto orgogliosi – ha sottolineato il presidente della Federazione Bcc, Italo Del Negro- per aver rivestito il ruolo di apripista nel venire incontro alle specificità dell'imprenditoria femminile e speriamo che questo accordo possa trovare sviluppi in altre realtà».
Soddisfatto anche Daniele Nonino, presidente di Congafi Artigianato che ha sottolineato l’importanza dell'accordo firmato ieri per aiutare le imprenditrici nel superare le difficoltà che possono incontrare nel reperire i finanziamenti necessari per lo sviluppo delle loro imprese.